Ieri è passato, domani non è ancora arrivato

primaveraBotticelli20 marzo 2014, ore 17,57: inizia la Primavera. Pensavate che cominciasse domani? La data del 21 marzo è una convenzione, una consuetudine: l’inizio delle stagioni varia di anno in anno per colpa della diversa durata dell’anno solare. Nel nostro Paese, tra il 20 e il 21 marzo scatta la Primavera, tra il 20 e il 21 giugno l’Estate, tra il 22 e il 23 settembre l’Autunno e tra il 21 e il 22 dicembre l’Inverno.No, non siete capitati per sbaglio in un blog di astronomia. Parlo della Primavera perché per me è il momento più tenero nell’eterno ciclo delle stagioni: le giornate diventano sempre più lunghe e ci invitano a sfruttare questa nuova energia. Ci metterà un anno a tornare ed è un bene non lasciarsela sfuggire.

Ieri è se ne è andato, domani non è ancora arrivato. Ho un solo giorno, oggi, e ho intenzione di viverlo felicemente” diceva il grande attore e scrittore statunitense Groucho Marx. Questo aforisma ci può venire in soccorso quando dobbiamo iniziare un nuovo giorno. Dal tipo di valutazione che facciamo, consapevole o abitudinaria, si può determinare l’esito della nostra giornata. Se ci alziamo temendo il giorno, sarà più difficile avere un buon compromesso. Se ci svegliamo allegri e pronti a tutto, passeremo probabilmente una giornata migliore.

Abbiamo il potere, il potere di scelta. Esistono norme sociali, preferenze personali e abitudini. Ma, alla fine, spetta a noi stabilire se siamo felici o no.

Che cosa ci deprime? Cosa ci fa saltare i nervi? Prendetevi un momento, un foglio di carta e descrivete le cose che vi danno fastidio: pensate a come potreste cambiare il vostro atteggiamento in modo da renderle meno fastidiose e diminuire l’impatto che esse hanno sulla nostra felicità. Possiamo cambiare solo noi stessi. Si può tentare di influenzare il prossimo, ma non modificarlo.

L’equinozio di Primavera è il momento adatto per attuare le riflessioni maturate e far pulizia fuori e dentro di noi, il momento per rinnovare pensieri, sogni e aspirazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *