Quando genio e passione italiani sposano l’ecologia

earth-day-2014-italia-22-aprileDal 1970, ogni anno il 22 aprile più di un miliardo di persone si mobilitano nel mondo per festeggiare la Giornata Mondiale della Terra. L’edizione di quest’anno dell’Earth Day è dedicata al tema delle Green Cities. Più di metà della popolazione mondiale vive ormai negli agglomerati urbani e, con la crescita della popolazione, gli effetti dei cambiamenti climatici diventano sempre più pesanti. Le nostre città devono diventare più sostenibili e ridurre le emissioni di carbonio. La sopravvivenza dell’Umanità dipenderà dalla nostra capacità di comprendere i principi dell’ecologia e di vivere in conformità con essi. Ecco perché il nostro dovere è quello di preservare un ciclo naturale virtuoso, senza impoverire il territorio e l’intero sistema in cui viviamo.

Migliorare la qualità della vita riducendo l’impatto ambientale è un dovere della nostra società. Anche quella italiana. Il nostro Paese, per fortuna, non è solo spaghetti e pomodori, ma anche avanguardia tecnologica, ricerca avanzata nel campo della salute e del benessere, eco-sostenibilità al passo dei tempi. Il nostro talento artigianale, la nostra capacità creativa non sempre godono della necessaria visibilità. Troppo spesso ci limitiamo a denunciare ciò che non va e dimentichiamo di documentare i punti di forza del nostro Paese, ciò che l’Italia ha dato e continua a dare al mondo.

Dal Friuli un esempio per il mondo
All’interno del Parco Scientifico e Tecnologico Luigi Danieli di Udine trovano spazio solo imprese e centri di ricerca scientifica e tecnologica che introducono innovazioni nei processi e prodotti industriali, sviluppano nuove conoscenze e nuovi servizi. B.Lab è nata nel 2010 dall’idea di due imprenditori friulani che hanno sperimentato la produzione di un innovativo prodotto anti inquinamento per il settore automotive. AQQA, il prodotto concepito da B.Lab, è un liquido tecnologico per motori a base di acqua demineralizzata trattata fisicamente e senza alcun agente chimico, da utilizzare quale additivo per circuiti di raffreddamento. È nato per ridurre l’emissione di polveri sottili dell’aria, ridurre i consumi e aumentare le prestazioni dei motori a combustione. Arriva sul mercato dopo 5 anni di studio sul prodotto che lo hanno portato a diventare fornitore tecnico ufficiale nel MotoMondiale 2011 con il Team Gresini Racing Moto2. Nel 2011 il prodotto è stato testato anche su mezzi da trasporto su gomma e i risultati sono stati monitorati da Oracar, azienda con marchio TÜV, che ha certificato il risparmio in termini percentuali sui consumi di carburante (in media il 7% su circuiti extracittadini e autostradali).

Il pulito che non inquina e non fa male
A Rivergaro, a ridosso delle prime colline piacentine, sorge Professional Service, un’azienda che ha fatto dell’innovazione e del rispetto dell’ambiente i suoi fiori all’occhiello. Roberto Facchini ha scelto questo luogo per realizzare la sua passione: creare dispositivi e applicazioni innovative per che desidera avere un ambiente di lavoro o di vita quotidiana protetto e purificato. Clean Cube è un dispositivo per alta disinfezione indoor e prevede l’abbinamento inscindibile con il prodotto chimico disinfettante OX Aire, un disinfettante totalmente biodegradabile che, per la sua particolare composizione chimica (acqua bio-osmotizzata, perossido di idrogeno e ioni d’argento), non è tossico, non è cancerogeno e non è corrosivo. Il prodotto erogato nell’ambiente dal diffusore risulta essere efficace oltre il 99 per cento contro virus, batteri, funghi e spore ed è indicato per disinfettare qualsiasi superficie, oggetto ed attrezzatura presente all’interno dell’ambiente da trattare. OX Aire è un presidio medico chirurgico di nuova generazione autorizzato dal Ministero della Salute e il suo innovativo brevetto ne garantisce a livello mondiale caratteristiche uniche e peculiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *